Categorie
Ciclismo Fit for LIFE

Sette punti per una posizione comoda in bicicletta

Che tu sia un ciclista esperto o un neofita sulle due ruote, la tecnica e la postura corrette possono fare una grande differenza. Ecco alcuni preziosi consigli per rendere la tua esperienza di guida più confortevole ed efficiente. Scopri come ottimizzare la tua postura, l’assetto della bicicletta e il tuo equipaggiamento per pedalare in relax senza “cedimenti”.

1. Braccia rilassate

Le tue braccia non dovrebbero essere fortemente appoggiate, ma rilassate e posate con leggerezza sul manubrio. Devono essere leggermente piegate per fungere da ammortizzatori. Il busto deve essere sostenuto dalla muscolatura addominale.

2. Tensione attiva

Le spalle e la colonna vertebrale devono formare un arco che si inarca verso l’alto in condizioni di tensione attiva. La lunghezza del telaio della bicicletta è adeguata se, nella posizione con le mani sul manubrio inferiore e con le pedivelle parallele al tubo obliquo, ginocchia e gomiti si avvicinano quasi a toccarsi. All’inizio della stagione puoi adottare una posizione più eretta con un attacco manubrio più corto e un po’ più inclinato.

3. Scegliere un modello marathon

Fai analizzare da un esperto in un negozio specializzato la geometria del telaio più adatta e il modello preferito (un tubo superiore leggermente più corto e un tubo di sterzo più lungo). I ciclisti sportivi in caso di dubbio scelgono una taglia di telaio più piccola con un attacco manubrio più lungo per rendere la bici da corsa più agile e la manovrabilità più sportiva. I ciclisti orientati al comfort optano invece per un telaio più grande a causa del tubo di sterzo più lungo.

4. Posizione e inclinazione della sella

Posizione della sella: La sella deve essere regolata in modo che il bacino non si inclini durante la pedalata. La gamba dovrebbe avere una leggera piegatura nel punto più basso. Il centro di gravità del ginocchio deve trovarsi esattamente sopra l’asse del pedale durante la pedalata. Una sella allineata orizzontalmente impedisce alla parte superiore del corpo di scivolare in avanti e previene la tensione.

Inclinazione della sella: Per i ciclisti su strada ambiziosi l’inclinazione della sella è di circa dieci centimetri. Per le pedalate turistiche l’inclinazione dovrebbe essere minore per aumentare il comfort.

5. Larghezza del manubrio e casco

Larghezza del manubrio: Il manubrio dovrebbe essere largo quanto la distanza tra i punti più avanzati delle articolazioni delle spalle.

Casco compatto: Un casco senza visiera, come quello tipico dei caschi da bici, limita meno il campo visivo e impedisce di sollevare inutilmente il collo.

6. Evitare lo zaino

Portare uno zaino (pesante) affatica la zona del collo e non è rilassante. Gli oggetti essenziali dovrebbero essere riposti nelle tasche della maglia o in una borsa sotto la sella. I portapacchi fissati al tubo di sterzo non sono consigliati per bici da corsa con reggisella in carbonio.

7. Scelta degli pneumatici e posizione delle mani

Scelta degli pneumatici: Pneumatici più larghi o telai con sospensioni posteriori aumentano il comfort di guida. Le bici da maratona permettono pneumatici fino a 32 millimetri di larghezza.

Posizione delle mani: Variare il più possibile la posizione delle mani per creare equilibrio e sollievo. In discesa, tuttavia, la bici da corsa dovrebbe essere guidata solo dal manubrio inferiore per garantire una frenata ottimale.

 

Testo di FITforLIFE – questo post del blog si basa su un testo della rivista svizzera FIT for LIFE. Se vuoi leggere regolarmente articoli informativi nel campo della corsa e degli sport di resistenza, clicca qui.

fit for life logo