Categorie
Conoscenze di base

Quando è lecito saltare un allenamento?

Quando è possibile saltare un allenamento e quando è necessario resistere e attenersi al programma? Avere un piano di allenamento e rispettarlo è il modo migliore per mantenersi in forma e raggiungere i propri obiettivi negli sport di resistenza. Tuttavia, la vita e molte altre cose possono ostacolare il rispetto del programma e a volte è ragionevole saltare un allenamento.

Il motivo principale per cui molti principianti o non atleti non sono in forma è che si allenano poco o niente. Un piano di allenamento e l’esecuzione della sessione prevista sono la soluzione perfetta. Tuttavia, gli atleti di resistenza esperti spesso sono troppo inflessibili con il loro piano. Non saltano mai un allenamento, il che in alcuni casi può portare al sovrallenamento. Le seguenti linee guida possono aiutarti a capire quando è o non è il caso di saltare un allenamento.

Malattia

Molti si chiedono se sia giusto continuare ad allenarsi quando si è malati. La risposta semplice è no. Ci sono alcuni casi in cui va bene, ma in generale non bisogna allenarsi quando si è malati. Non saresti in grado di fornire prestazioni all’altezza e potresti indebolire il tuo sistema immunitario o peggiorare la tua malattia. La cosa migliore da fare quando si è malati è annullare l’allenamento programmato, riposare, rimettersi in salute e ricominciare ad allenarsi quando si sta meglio.

Infortuni

Gli infortuni sono purtroppo un evento frequente per molti atleti di resistenza. Se possibile, è meglio rivolgersi a un medico professionista, che potrà consigliarti se e che tipo di allenamento puoi svolgere. In generale, la maggior parte degli infortuni che colpiscono gli atleti di endurance sono curati con il riposo. Quindi, in generale, è consigliabile saltare gli allenamenti in caso d’infortunio.

Una domanda frequente è: come faccio a sapere se sono infortunato o se si tratta solo di un normale affaticamento da allenamento? È sempre importante ascoltare il proprio corpo. Se la risposta è sì a una delle seguenti domande, salta l’allenamento.

  • Fa male quando si cammina?
  • Il dolore dura da più di 3 giorni?
  • Il dolore peggiora con il passare dei giorni?
  • L’allenamento acuisce il dolore?

Indolenzimento muscolare

L’indolenzimento muscolare può essere una fonte di dolore normale durante l’allenamento e non una lesione. I muscoli sono indolenziti perché l’allenamento svolto di recente ha danneggiato le fibre muscolari e il corpo ha bisogno di ripararle. Questo è il normale processo di adattamento ed è il giusto modo per progredire. In questo caso ci si può generalmente allenare nonostante l’indolenzimento muscolare.

Affaticamento

Un altro evento comune che in genere non è un motivo per saltare un allenamento è la stanchezza. L’affaticamento durante l’allenamento è normale e spesso si scopre che completare un allenamento dà addirittura più energia. Se la stanchezza è causata da qualche problema di salute di fondo o se non hai dormito bene per più giorni di seguito, la stanchezza può essere un motivo per saltare un allenamento. Ma di solito non è un buon motivo. Le seguenti domande possono aiutarti a capire se la stanchezza è un motivo valido per saltare un allenamento:

  • Ti senti peggio quando inizi ad allenarti?
  • Sei esausto da più di 3 giorni?
  • Il sonno o l’alimentazione sono inadeguati?
  • Hai notato un inspiegabile calo delle prestazioni?

Se è solo la stanchezza a frenarti, un buon consiglio è quello d’iniziare la sessione di allenamento e se dopo 10 minuti ti senti ancora malissimo, puoi fermarti.

Troppo occupato

Questo non è un buon motivo per saltare un allenamento. L’allenamento può aiutare a ridurre lo stress e può essere utile anche quando si ha un’agenda fitta d’impegni. Tuttavia, sappiamo tutti che la vita è piena d’impegni. Quando si salta un allenamento perché c’è un imprevisto e si è troppo occupati, è bene adattare il proprio programma di allenamento per recuperarlo. Rispettare un programma è il modo migliore per essere costanti, ma la flessibilità e l’adattamento sono caratteristiche fondamentali per gli atleti di successo.

Come adattare l’allenamento quando si salta una sessione

Dipende dal tipo di allenamento saltato e dai motivi. In caso d’infortunio o malattia, è necessario prendersi un periodo di riposo significativo e tornare ad allenarsi completamente. Se invece si è troppo impegnati o temporaneamente affaticati, si può adattare il piano di allenamento. Per questo motivo, un piano di allenamento dinamico che tenga conto dei tuoi obiettivi è l’opzione migliore per avere successo nell’allenamento. Nel blog di 2PEAK abbiamo anche un articolo su come spostare o scambiare gli allenamenti.

Conclusione

È ovvio che si dovrebbe cercare di rimanere il più possibile costanti nell’allenamento. Ma saltare un allenamento può avere senso. Malattia e infortunio sono i motivi principali per cui si salta un allenamento. Se questo è il tuo motivo, dovresti prenderti un periodo di riposo sufficiente fino a quando non starai completamente meglio e poi tornare ad allenarti lentamente. Se si è costretti a saltare un allenamento per un altro motivo, l’ideale è avere un piano dinamico che consenta di adattare gli allenamenti futuri di conseguenza.